Dato che siamo destinati a vivere le nostre vite nella prigione della mente...

 

 

 

 

Cadere, ricadere, ricominciare, rialzarsi…

 

Non importa davvero quanti tentativi siano necessari: percorrere

 

una Via non è per essere viventi “perfetti”, è per esseri viventi che

 

cercano.

 

Lo scopo delle nostre crisi e catastrofi non è quello di

 

spaventarci o di sottometterci a suon di percosse, ma quello di

 

incoraggiarci a cambiare, di darci l’opportunità di guarire e

 

crescere.